Monthly archives: aprile, 2012

Spaghetti alla Gricia con guanciale

Gli spaghetti alla Gricia altro non sono che una variante di bucatini all’amatriciana bianchi, nata a Griciano, piccolo borgo vicino ad Amatrice.

DOSE PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
20 minuti

INGREDIENTI:

– 400 gr di spaghetti
– 200 gr di guanciale
– 1 cipolla
– 300 ml di vino bianco secco
– sale e pepe
– olio extra vergine di oliva
– pecorino romano grattugiato

PREPARAZIONE:

Mettere a bollire abbondante acqua salata. Intanto che arriva a bollore preparare il condimento: in una padella soffriggere in olio la cipolla tagliata sottilissima e il guanciale affettato e tagliato in più pezzi. Quando la cipolla comincia a dorare bagnare con il vino e lasciar sfumare. Cuocere gli spaghetti, scolarli al dente direttamente in padella e saltarli, insaporendo con pepe e pecorino.


Ragù di carne

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
2 ore

INGREDIENTI:

– 1 kg di pomodori pelati
– 400 gr di carne macinata di bovino
– 1 carota
– 1 gambo di sedano
– 1 cipolla
– sale
– pepe
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Pulire e lavare le verdure, tagliandole prima in pezzi grossolani, poi sminuzzandole in un mixer. Far scaldare tre cucchiai di olio in una pentola e farci rosolare le verdure. Quando avranno soffritto per un po’, aggiungere la carne macinata, lavorandola qualche minuto con la forchetta in modo che non restino grumi di carne, salando appena. Cuocere finchè non sarà evaporata tutta l’acqua che uscirà dalla carne, mescolando di tanto in tanto.
Intanto prendere i pelati e passarli con un passaverdure o un minipimmer ed incorporarlo alla carne. Far cuocere a fuoco lentissimo per almeno un’ora e mezzo, aggiustando di sale e pepe verso metà cottura.


Bucatini all’amatriciana

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
20 minuti

INGREDIENTI:

– 400 gr di bucatini
– 150 gr di guanciale
– 500 gr di pomodori
– 1 cipolla
– olio extra vergine di oliva
– pecorino grattugiato
– peperoncino piccante fresco
– sale

PREPARAZIONE:

Lavare i pomodori, scottarli per un minuto in acqua bollente e togliere la pelle. Tagliarli in quattro parti ed eliminare i semini.
Intanto, in una padella piuttosto capiente, far appassire la cipolla tagliata sottile con l’olio extra vergine di oliva e il peperoncino fresco affettato. Aggiungere il guanciale tagliato a piccoli tocchetti e farlo rosolare, dopodichè mettere i pomodori ed aggiustare di sale.
Far cuocere a fiamma bassa fino a far ritirare la salsa. Intanto cuocere i bucatini in abbondante acqua salata e, una volta scolati al dente, versarli nella padella con il condimento e saltare insieme, insaporendo con il pecorino grattugiato.


Filetti di salmone con salsa ai pinoli

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
15 minuti

INGREDIENTI:

– 1 filetto di salmone per ogni commensale
– succo di limone (uno spicchio per ogni trancio)
– 1/2 tazzina di olio extra vergine di oliva
– 1 cucchiaio di pinoli per ogni trancio
– qualche goccia di aceto balsamico
– sale
– pepe

PREPARAZIONE:

Lavare ed asciugare bene i filetti di salmone. Scaldare una piastra e scottarci i filetti dalla parte della pelle per qualche minuto, senza utilizzare grassi di nessun tipo. Se possibile, dopo i primi 5 minuti, coprire con un coperchio, in modo che il vapore cuocia il filetto anche sopra, altrimenti girarlo, ungendo però il fondo della piastra.
Intanto che il filetto cuoce preparare la salsa: in un mixer mettere i pinoli, l’aceto balsamico, il limone, l’olio ed aggiustare di sale e pepe. Quando il filetto sarà cotto sistemarlo in un piatto e condirlo con la salsa ai pinoli.


Omelette di mare con gamberi

PER 1 PERSONA

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
15 minuti

INGREDIENTI:

– 1 uovo
– 100 gr di gamberi
– 50 ml di latte
– 1 manciata di prezzemolo tritato
– sale
– peperoncino
– scorza grattugiata di limone
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparare i gamberi: lavarli bene sotto l’acqua corrente, eliminare i gusci e anche il filo nero, dopodichè cuocerli per qualche minuto in abbondante acqua salata. Una volta pronti tagliuzzarli in pezzi grossolani. Sistemare i gamberi così preparati in una ciotola con il prezzemolo, la scorza di limone, il sale e il peperincino. Amalgamare bene.
In un’altra ciotola battere l’uovo con un pizzico di sale e il latte. Unire i gamberi alle uova.
Scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente dal fondo non molto grande e versarci il composto preparato. Tenere la fiamma bassa e far cuocere finchè le uova sotto non si saranno solidificate. Piegare a metà l’omelette e togliere dopo qualche secondo.
Servire ben calda.


Filetto di maiale con prugne, patate e nocino

PER 5/6 PERSONE

DIFFICOLTA’:
Media

TEMPI:
1 ora e 20 minuti

INGREDIENTI:

– 1 filetto di maiale
– 500 gr di patate
– 200 gr di prugne denocciolate
– nocino
– 1 spicchio di aglio
– lardo di maiale
– brodo di carne
– olio extra vergine di oliva
– sale e pepe
– prezzemolo
– salvia
– rosmarino

PREPARAZIONE:

In una padella antiaderente scaldare un po’ di olio con l’aglio e il lardo. Aggiungere le patate pelate, lavate e ridotte a tocchetti non molto grandi. Aggiustare di sale, condire con il trito d’erbe e il pepe e bagnare con un bicchiere di brodo di carne. Saltare per qualche minuto, finchè le patate non si saranno ammorbidite, dopodichè trasferirle su un piatto, avendo cura di lasciar intatto il fondo di cottura, e schiacciarle con una forchetta. In una ciotola mettere poi in bagno le prugne con abbondante nocino. A questo punto prendere il filetto e praticare un taglio nel senso della lunghezza, facendo attenzione a non tagliare fino in fondo, in modo da lasciare solo una profonda tasca centrale. Massaggiare bene la carne con il trito di verdure, il sale e il pepe mescolati insieme. Nella tasca adagiare le patate, ricoprire con i lembi di carne e fissare il tutto con dello spago da cucina legato ben stretto. Far rosolare il filetto da ogni lato nel fondo di cottura delle patate, bagnando con il nocino usato per ammollare le prugne.
Sistemare in una teglia imburrata il filetto con le prugne ed infornare a 200° per circa mezz’ora. Trascorso questo tempo aprire il forno, togliere la stagnola e bagnare con un bicchiere di nocino. Rimettere in forno per un quarto d’ora ancora.
Una volta cotto far riposare il filetto per almeno mezz’ora, in modo che non si sfaldi al momento del taglio.
Intanto preparare la salsa per servirlo frullando un po’ delle prugne e mescolandoci del brodo di carne e dell’olio extra vergine di oliva. Mettere sul fuoco e lasciar addensare qualche minuto.


Torta salata valdostana

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
30 minuti

INGREDIENTI:

– 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
– 1 bicchiere di passata di pomodoro
– 100 gr di prosciutto cotto
– 100 gr di fontina
– sale
– origano
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparare un sugo mettendo sul fuoco la passata condita con l’olio, il sale e l’origano. Quando il sugo si sarà addensato toglierlo dal fuoco e farlo freddare. Intanto stendere il primo disco di pasta sfoglia su di una teglia rotonda piuttosto larga (la valdostana è tipica per i suoi bordi bassi) e bucherellarne il fondo con una forchetta. Stendere uno strato uniforme e non abbondante di sugo e ricoprirlo con fette di prosciutto cotto e fontina. Sistemare sopra l’altro disco di pasta sfoglia, bucherelandone la superfice e facendo aderire bene i bordi premendoli insieme con la punta delle dita. Infornare a 180° per circa un quarto d’ora o finchè non risulta dorata. Si può servire calda o fredda, come antipasto o come stuzzichino per aperitivi e buffet.


La ribollita (o zuppa di verdure toscana)

Questo piatto proviene direttamente dall’antica civiltà contadina, la quale usava ribollire una minestra aggiungendo, ogni giorno, le nuove verdure che l’orto offriva. È semplice, gustosa, povera di calorie, bella da vedere e buonissima da mangiare.

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
3 ore

INGREDIENTI:

– 1 cavolo nero
– 1 cavolo verza
– 1 o 2 patate
– 1 mazzetto di bietoline
– 1 carota
– 250 gr di fagioli secchi cannellini
– 150 gr di pomodori pelati
– 1 gambo di sedano
– 1 porro
– 1 cipolla
– prezzemolo
– 1 rametto di rosmarino
– 1rametto di timo
– olio extra vergine di oliva
– Sale e pepe
– pane toscano raffermo

PREPARAZIONE:

La sera prima della preparazione della zuppa mettere in bagno i fagioli in abbondante acqua fredda.
Trascorsa una notte sistemare i fagioli in una pentola con le cotiche o n osso di prosciutto e cuocere per almeno un’ora. Una volta cotti scolarli e conservare l’acqua di cottura, che servirà poi per cuocere la ribollita.
Nel frattempo pulire le verdure, eliminando o tagliando in piccoli pezzi le coste delle bietole e dei cavoli.
Spezzettare finemente la carota, il porro, la cipolla, il sedano e il prezzemolo e metterli a soffriggere in una pentola ampia con un po’ di olio.
Aggiungere i pomodori spellati e tagliati a cubetti e mescolare bene di tanto in tanto.
A questo punto inserire in pentola anche le altre verdure, partendo dai cavoli (che impiegano più tempo a cuocere) e poi tutte le altre verdure, bagnando con l’acqua di cottura dei fagioli. Preparare anche un mazzetto con rosmarino e timo e immergerlo nella pentola tenendolo legato esternamente al manico. Una volta cotte le verdure toglierne 1/3 e passarle al passaverdure. Prendere poi i fagioli e ridurne 2/3 in crema con un mini pimmer. Amalgamare le due puree e i fagioli interi alle verdure in pentola e rimettere a cuocere ancora per qualche minuto.
Quando la zuppa sarà pronta prepararla per essere servita nel seguente modo: in un’altra pentola (magari di rame o di coccio) sistemare un fondo di zuppa e poi, a salire, uno strato di pane ed uno di zuppa. Lasciare che il pane si amalgami bene, mescolando quando si è ammorbidito. Servire calda con un filo di olio extra vergine di oliva a crudo.


Strascinati con mollica di pane e peperoni secchi

DOSE PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
20 minuti

INGREDIENTI:

– 400 gr di strascinati (o orecchiette)
– 200 gr di mollica di pane raffermo
– 1 spicchio di aglio
– peperoni secchi “cruschi”
– sale
– ricotta salata

PREPARAZIONE:

Mettere a bollire abbondante acqua salate e cuocerci gli strascinati. In una padella far scaldare dell’olio extra vergine di oliva con uno spicchio di aglio intero. Aggiungere la mollica sminuzzata e lasciarla a dorare qualche minuto. Spegnere la fiamma e incorporare i peperoni tagliati in piccoli pezzi e precedentemente fritti. Scolare la pasta, versarla direttamente nella padella e saltarla con il condimento. Servire con abbondante ricotta salata grattugiata sopra.


Pappa al pomodoro toscana

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
1 ora

INGREDIENTI:

– 1 kg di pomodori rossi maturi
– 5 fette di pane toscano raffermo
– abbondante basilico
– 1 lt di brodo vegetale
– 1 cipolla
– 1 spicchio di aglio
– olio extra vergine di oliva
– sale e pepe
– 1 cucchiaino di zucchero

PREPARAZIONE:

Mettere sul fuoco una pentola di acqua e, appena bolle, immergerci i pomodori già lavati per un minuto. Toglierli, poi, dall’acqua e spellarli. Nel frattempo tostare in forno le fette di pane, avendo cura che non si brucino. Insaporirle strofinandoci sopra lo spicchio di aglio. In una pentola scaldare l’olio con la cipolla sminuzzara fina ed aggiungerci i pomodori tagliati a metà. Bagnare con del brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento fino a creare una salsa. A questo punto incorporare il pane spezzettato e rimettere a cuocere per una quarantina di minuti, sempre a fuoco molto lento, bagnando con il brodo vegetale all’occorrenza. Aggiustare di sale e pepe e stemperare l’acidità del pomodoro con lo zucchero. Quando il pane sarà completamente ridotto in pappa spegnere la fiamma, condire con foglie di basilico fresco sminuzzato ed abbondante olio extra vergine di oliva.