Tag: antipasto

Sfoglie con caciocavallo e tartufo nero

Sfoglie caciocavallo tartufo

Le sfoglie con caciocavallo e tartufo nero sono un buon antipasto che viene dall’accostamento del formaggio caciocavallo con il tartufo nero.
In questa ricetta faremo incontrare due ingredienti che provengono da zone diverse dell’Italia: il caciocavallo è tipico dell’Italia meridionale ed il tartufo nero che andremo ad utilizzare è tipico del centro Italia, in particolare dell’Umbria.

Ingredienti

  • 15gr di Tartufo nero di Norcia
  • 90gr di caciocavallo
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Mezzo spicchio d’aglio
  • 2 filetti di acciughe
  • 12 sfoglie crostini di pane

Preparazione

Innanzitutto tagliamo il tartufo in pezzi molto piccoli, senza dimenticare di lasciare da parte delle scaglie più grandi per guarnire successivamente il tutto.
Utilizzando un mortaio pestiamo 2 filetti di alici e mezzo spicchio d’aglio finché non avremo ottenuto un composto omogeneo; quando saremo soddisfatti aggiungiamo dell’olio EVO e continuiamo con la procedura di pestamento finché il composto non risulterà omogeneo.

Passiamo ora a tagliare a piccoli pezzi il caciocavallo ed inforniamo, utilizzando una teglia, a modalità grill a circa 180 C°.
Prestate molta attenzione alla cottura del caciocavallo, questo formaggio va cotto solo per pochi secondi finché non sarà dorato e leggermente fuso.
Quando la cottura del formaggio sarà completata predisponiamo la crema di tartufo preparata in precedenza e il caciocavallo appena cotto sui crostini di pane, guarniamo i crostini con le scaglie di tartufo che avevamo messo da parte.

Ora che le nostre sfoglie con caciocavallo e tartufo nero sono pronte, non ci resta che assaggiarle.

Consigli

In questo link potrai trovare dell’ottimo Tartufo Nero di Norcia per la realizzazione dei tuoi piatti: Clicca qui
Inoltre cliccando qui troverai numerose idee per la realizzazione dei tuoi antipasti a base di prodotti locali: Ricette


Bruschette al Tartufo

Bruschette al tartufo nero

Un antipasto tipico della nostra tradizione sono sicuramente le bruschette al tartufo nero, un piatto dalla preparazione rapida ma dall’altissima qualità e con un sapore gustoso, tipico del tartufo.

Il tartufo grattugiato non verrà semplicemente posto sulle fette di pane bruscate, ma verrà insaporito dall’olio in cui soffriggeremo l’aglio, creando così una salsa dal sapore appetitoso che conquisterà i vostri commensali.

Ingredienti

  • 4 fette di pane
  • Tartufo nero di Norcia
  • 4 cucchiai di Olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale q.b.

Preparazione

Per poter preparare le bruschette al tartufo iniziamo pulendo bene i tartufi e grattugiandoli; nel mentre si fanno bruscare le fette di pane tagliate in precedenza.
Facciamo soffriggere in un pentolino olio e aglio, non appena l’aglio diventa dorato togliamolo e versiamo il tartufo grattugiato insieme al sale.

Continuiamo a mescolare il nostro composto finché non raggiunge una buona consistenza omogenea, facendo attenzione a non farlo cuocere, va scaldato e non cotto o addirittura bruciato: il sapore del tartufo si deve esaltare con l’utilizzo di un buon olio EVO ma non va mai portato a temperature alte.

Una volta ottenuta la nostra salsa, rimuoviamo l’eventuale olio in eccesso e spalmiamo il tutto.

Consigli

Quando il procedimento sarà terminato saremo pronti per servire e gustare questo antipasto tipico della tradizione umbra.
Le bruschette al tartufo possono essere accompagnate da numerosi salumi e prodotti tipici della nostra tradizione.
Vi consigliamo di visitare questo link per acquistare i salumi più adatti da accompagnare a questo antipasto, inoltre nel sito consigliato potrete acquistare anche il Tartufo nero di Norcia, del vino che può accompagnare i vostri pasti e tanti altri ingredienti per poter realizzare numerose ricette tradizionali.



Gelato al pomodoro con panna salata al basilico

gelato_al_pomodoro_con_panna_salata_al_basilico
DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
20 minuti
+ 3 h di congelamento

INGREDIENTI:

500 gr di polpa di pomodoro
50 gr di zucchero
300 gr panna fresca
2 tuorli d’uovo
5-6 foglie di basilico
sale

PREPARAZIONE:

Per prima cosa frullare la polpa di pomodoro e lo zucchero finchè il composto non risulti liscio ed omogeneo. Trasferire il pomodoro in un pentolino, amalgamare delicatamente i due tuorli d’uovo e porre sul fuoco dolce fino a quando non si sarà asciugato il liquido e si sarà addensato un po’. A questo punto spegnere la fiamma e lasciar freddare bene. Nel frattempo montare 150 gr di panna a neve ferma e incorporarla con movimenti lenti dal basso verso l’alto al pomodoro. Sistemare in un contenitore con coperchio e mettere in congelatore.
Intanto mettere sul fuoco 30 gr di panna con il basilico e il sale. Dovrà bollire per 10 minuti, facendo attenzione che non fuoriesca dal pentolino. Spegnere la fiamma e freddare bene. Al momento di servire filtrare la riduzione di panna al basilico, unirla alla panna restante e montare bene con la frusta elettrica. Servire sistemando in un bicchiere una pallina di gelato, uno strato di piccoli cubetti di pane tostato e un ricciolo di panna al basilico.
CONSIGLIO
Per rendere il gelato salato ancora più ricco si può aggiungere una piccola cialda di parmigiano reggiano, ottenuta facendo sciogliere a fuoco lentissimo uno strato sottile ed uniforme di parmigiano grattugiato.


Barchette di patate con gorgonzola e porcini

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
50 minuti

INGREDIENTI:

– Patate
– Farina
– 2 uova
– Funghi porcini
– Gorgonzola
– 1 spicchio di aglio
– 1 spicchio di cipolla
– Vino bianco
– olio extra vergine di oliva
– olio di semi
– sale e pepe

PREPARAZIONE:

Lavare le patate, pelarle e lessarle. Una volta scolate ridurle in purea ed impastarle con le uova e la farina. Lavorando l’impasto si otterrà un composto liscio ed omogeneo che manterrà la forma che gli si darà. Formare delle palle e, con il pugno chiuso, premere al centro, per creare delle barchette rotonde con i bordi rialzati. Friggere in olio di semi caldo e scolarle l’olio in eccesso una volta cotte. Nel mentre preparare i funghi. Tritare finemente l’aglio e la cipolla e saltarli in padella con l’olio extra vergine di oliva. Aggiungere i porcini tagliati a tocchetti, salarli, peparli ed insaporirli con un paio di foglie di alloro. Sfumare con del vino bianco e lasciar cuocere a fuoco lento. Spegnere la fiamma ed amalgamare con il gorgonzola. Con il composto ottenuto farcire le barchette e servire.


Melanzane ripiene di scamorza e prosciutto cotto

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
1 ora

INGREDIENTI:

– 4 melanzane lunghe
– 1 scamorza affumicata
– 150 gr di prosciutto cotto a dadini
– 1 uovo
– 1 spicchio di aglio
– pangrattato
– parmigiano
– sale e pepe
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Lavare le melanzane e scottarle in acqua bollente salata per una decina di minuti. Una volta scolate e raffreddate tagliarle a metà nel senso della lunghezza e sfuotarle della polpa, facendo attenzione a non forare l’esterno. Ridurre la polpa a pezzettini con il coltello e saltarla in una padella con un po’ di olio e l’aglio schiacciato. Aggiustare di sale e pepe. Quando sarà cotta ridurla in crema con un mini pimmer e mescolarla con il prosciutto, la scamorza tagliata a dadini, il pangrattato e l’uovo. Con l’impasto riempire l’interno delle melanzane, irrorare di olio e cuocere in forno a 180°.


Insalata di farro

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
30 minuti

INGREDIENTI:

– 400 gr di farro perlato
– 100 gr caciotta
– olive nere
– pomodori pachino
– 1 mazzetto di rucola
– basilico
– sale
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Lessare il farro in abbondante acqua salata e, una volta cotto, scolarlo e farlo freddare, condendolo con dell’olio per evitare che si incolli. Intanto tagliare il formaggio, le olive, i pomodori, la rucola e il basilico in piccoli pezzi. Condire con sale e olio e mescolare al farro cotto.


Panzanella

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
10 minuti

INGREDIENTI:

– 8 fette di pane raffermo
– 4 pomodori rossi
– 1 cetriolo
– 1 cipolla rossa
– foglie di basilico
– olio extra vergine di oliva
– sale e pepe
– aceto

PREPARAZIONE:

Per prima cosa ammollare le fette di pane qualche secondo in acqua fredda, dopodichè strizzarlo per eliminare tutta l’acqua e sbriciolarlo in una terrina. Nello stesso contenitore riporre i pomodori, il cetriolo e la cipolla tagliati tutti molto sottili. Condire con abbondante olio, una spruzzata di aceto di vino, sale e pepe. Mescolare bene ed insaporire con il basilico sminuzzato a mano. Riporre in frigo a riposare qualche ora prima di essere servita.


Flan di patate, guanciale, fave e formaggio

DIFFICOLTA’:
Media

TEMPI:
40 minuti

INGREDIENTI:

– 350 gr di patate
– 180 gr di formaggio poco stagionato
– 2 uova
– 70 gr di guanciale
– 50 gr di baccelli di fave
– sale e pepe
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Lessare le patate in acqua fredda salata. Quando saranno cotte spellarle e schiacciarle. In un’altra pentola sbollentare le fave e privarle della pellicina esterna. A parte rosolare poi in olio il guanciale tagliato a cubetti e tagliare a pezzettini il formaggio. Unire tutti gli ingredienti ed amalgamarli bene, salando e pepando. Con l’impasto ottenuto riempire degli stampini inburrati e spolverati di pan grattato ed infornare per 20 minuti a 190°.


Torta salata valdostana

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
30 minuti

INGREDIENTI:

– 2 rotoli di pasta sfoglia già pronta
– 1 bicchiere di passata di pomodoro
– 100 gr di prosciutto cotto
– 100 gr di fontina
– sale
– origano
– olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparare un sugo mettendo sul fuoco la passata condita con l’olio, il sale e l’origano. Quando il sugo si sarà addensato toglierlo dal fuoco e farlo freddare. Intanto stendere il primo disco di pasta sfoglia su di una teglia rotonda piuttosto larga (la valdostana è tipica per i suoi bordi bassi) e bucherellarne il fondo con una forchetta. Stendere uno strato uniforme e non abbondante di sugo e ricoprirlo con fette di prosciutto cotto e fontina. Sistemare sopra l’altro disco di pasta sfoglia, bucherelandone la superfice e facendo aderire bene i bordi premendoli insieme con la punta delle dita. Infornare a 180° per circa un quarto d’ora o finchè non risulta dorata. Si può servire calda o fredda, come antipasto o come stuzzichino per aperitivi e buffet.


Pappa al pomodoro toscana

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
1 ora

INGREDIENTI:

– 1 kg di pomodori rossi maturi
– 5 fette di pane toscano raffermo
– abbondante basilico
– 1 lt di brodo vegetale
– 1 cipolla
– 1 spicchio di aglio
– olio extra vergine di oliva
– sale e pepe
– 1 cucchiaino di zucchero

PREPARAZIONE:

Mettere sul fuoco una pentola di acqua e, appena bolle, immergerci i pomodori già lavati per un minuto. Toglierli, poi, dall’acqua e spellarli. Nel frattempo tostare in forno le fette di pane, avendo cura che non si brucino. Insaporirle strofinandoci sopra lo spicchio di aglio. In una pentola scaldare l’olio con la cipolla sminuzzara fina ed aggiungerci i pomodori tagliati a metà. Bagnare con del brodo vegetale e lasciar cuocere a fuoco lento fino a creare una salsa. A questo punto incorporare il pane spezzettato e rimettere a cuocere per una quarantina di minuti, sempre a fuoco molto lento, bagnando con il brodo vegetale all’occorrenza. Aggiustare di sale e pepe e stemperare l’acidità del pomodoro con lo zucchero. Quando il pane sarà completamente ridotto in pappa spegnere la fiamma, condire con foglie di basilico fresco sminuzzato ed abbondante olio extra vergine di oliva.