Tag: dolci regionali

Torta di farina di mais Fioretto (farina di granturco)

Torta di farina di mais Fioretto (farina di granturco)

La Torta di farina di granturco è una delle ricette della cucina di Norcia, tramandate da generazioni, spesso in forma orale. Sono svariate le ricette e spesso si ritrovano nei paesi, ricette “vecchie” e fatte con ingredienti poveri. In questa torta nursina, chiamata “torta di granturco”, le dosi tramandate sono poco definite. Si parla di una torta impastata “ad occhiu” (ad occhio, senza dosi) e la ricetta è stata recuperata da Valeria che, parlando con la sig.ra Zara di Pie’ la Rocca (una piccola frazione del comune di Norcia), l’ha riportata alla luce.

Questa semplice torta veniva preparata nel periodo autunnale, con i prodotti che offriva il territorio, e solitamente si cuoceva infornandola dopo aver cotto il pane, nello stesso forno a legna, con il calore residuo.

Ingredienti

La ricetta, rivisitata in chiave moderna, si può preparare con queste dosi:

  • 2 uova,
  • 120 g di zucchero semolato,
  • 200 g di farina 00,
  • 100 g di farina di mais fine (Fioretto),
  • mezzo bicchiere di latte,
  • 100 g di burro a temperatura ambiente,
  • un pizzico di sale,
  • una bustina di lievito per dolci,
  • 80 g di noci,
  • 60 g di uvetta sultanina,
  • 1 mela tagliata a pezzetti

Preparazione della torta di farina di granturco

Prima di tutto dobbiamo preparare le noci e l’uvetta sultanina. Le prime vanno tritate, non polverizzate, va benissimo tritare le noci con un coltello su di un tagliere. Per preparare l’uvetta invece occorre tenerla in ammollo per almeno un quarto d’ora in acqua, successivamente sgoccioliamole e tamponiamole con un canovaccio per assorbire l’acqua sulla superficie.

Uniamo le due farine in un contenitore unico, dovranno essere mescolate insieme.

In una ciotola rompere le uova e mescolarle tramite uno sbattitore, aggiungiamo tutto lo zucchero aggiungendo un cucchiaio per volta e otteniamo così un composto spumoso e chiaro.

Continuando a mescolare aggiungiamo il latte e poi, con l’aiuto di un setaccio aggiungiamo la farina. Grazie al setaccio il composto si mescolerà al massimo evitando grumi e mischiando per bene le due farine.

Aggiungiamo al composto anche il pizzico di sale e la bustina di lievito per dolci.

Per terminare aggiungeremo il burro ammorbidito a pomata (ottimo se ci aiutiamo con una spatola per mantecarlo per bene, ma facciamo attenzione a non usare il burro fuso), e tutti gli altri ingredienti rimasti (uvetta e noci).

A questo punto non ci rimane che cuocerla. Dato che probabilmente non abbiamo un forno a legna, dove abbiamo precedentemente cotto il nostro pane, dobbiamo usare il nostro forno di casa.

Accertiamoci che il nostro forno sia stato pre-riscaldato a 180° e mettiamola in cottura per circa 35-40 minuti.

La cottura va fatta su di una tortiera imburrata con un lato di circa 20 cm di lato se quadrata o da circa 22 cm di diametro se tonda. Non dobbiamo usare un contenitore troppo piccolo, ricordiamo che il nostro impasto lieviterà.

Per essere sicuri della cottura del nostro impasto, dopo circa 35 minuti, consigliamo la prova stecchino per comprendere se l’interno è asciutto e ben cotto.

Decorare con zucchero a velo e gustare al meglio con una bella tisana calda!

La ricetta di questa pagina è stata preparata da: Territorio e cucina nursina di Valeria Jucci – La Cascina delle Viole

Guarda la ricetta nella pagina di @Norcia.PG


Il Buccellato di Lucca

buccellato toscano fetta

Scopri un pane dolce: come fare il Buccellato di Lucca

Il buccellato di Lucca è un pane dolce, un prodotto che può piacere a molte persone ma che per il suo gusto molto aromatizzato può non essere gradito a tutti. Ci sono due ingredienti principali nel pane toscano che sono l’anice e l’uvetta, due gusti particolari che si uniscono in una combinazione molto singolare. Il risultato è un pane molto leggero (dovuto a oltre 4 ore di lievitazione) che va ad unirsi alla freschezza dell’anice e al gusto dolce dell’uvetta.

Gli ingredienti

Per realizzare l’impasto

farina 0: 550 g
zucchero: 150 g
1 bustina di lievito secco per pizza
Acqua tiepida: 240 ml
Burro, a temperatura ambiente: 50 g
Uvetta: 50 g
Semi di anice: 20 g
Un pizzico di sale e olio extra vergine di oliva qb

Per spennellare

l’albume dell’uovo usato
2 cucchiai di acqua
2 cucchiai di zucchero

Preparazione del buccellato di Lucca

La preparazione del buccellato è molto semplice per certi versi, occorre innanzitutto mescolare farina e zucchero e, contemporaneamente, si mette a sciogliere il lievito in 120 ml d’acqua tiepida.

Preparare a questo punto due bicchieri: uno con l’albume e uno con il tuorlo dell’uovo. In un piccolo contenitore preparare il burro tagliandolo a cubetti di circa un centimetro.

Si mescola, quindi, l’acqua con il lievito e la farina e lo zucchero precedentemente preparati. Aggiungere gradualmente l’acqua residua (altri 120ml). Una volta che l’impasto appare omogeneo si aggiunge il tuorlo dell’uovo. Raggiunta l’omogeneità anche con il tuorlo dell’uovo aggiungere il burro a temperatura ambiente precedentemente spezzettato. Al termine della lavorazione con il burro aggiungere un pizzico di sale, l’uvetta e i semi di anice. Mescolare.

Una volta terminata quest’ultima fase di lavorazione occorre togliere il nostro impasto dal recipiente. L’impasto risulterà appiccicoso e molto molle, occorre quindi utilizzare l’olio per ungerci le mani e per oleare la spianatoia dove andremo a posizionare il nostro impasto. Lavorare il meno possibile per poter far diventare il nostro impasto una palla.

Posizionare a questo punto l’impasto in un contenitore oleato dove andrà lasciato in lievitazione per circa 3 ore, coperto di pellicola in un ambiente tiepido.

Il Bucellato di Lucca

La parte finale della preparazione del buccellato

Preparare a questo punto una teglia abbastanza grande da contenere l’impasto e disporre al centro di quest’ultima un bicchiere che dovrà resistere al calore del forno. Lavorare la nostra palla di impasto per darle una forma tubolare, disporla quindi intorno al bicchiere accertandoci che le estremità siano ben compatte tra loro, dovrà risultare una ciambella.
Lasciamo l’impasto in questa forma per circa un’ora per effettuare una seconda lievitazione.

In un pentolino scaldiamo acqua e zucchero per creare uno sciroppo. Facciamo freddare lo stesso e uniamolo all’albume che abbiamo lasciato in disparte. Schiumiamo il composto con una forchetta (come una frittata) e spennelliamolo sulla superfice del buccellato.

Accendiamo a questo punto il forno e posizioniamo la temperatura dello stesso a 180° in modalità statico e non appena a temperatura inseriamo l’impasto per metterlo in cottura.

La cottura durerà circa 45 minuti.
Il nostro buccellato sarà quindi pronto, una ricetta semplice ma che porta via non meno di 6 ore.

Gustatelo con amici e familiari in queste lunghe giornate!