Tag: forno

Lasagne al pesto genovese

lasagne_al_pesto
PER 6 PERSONE

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
1 h

INGREDIENTI:

– 100 gr di burro
– 100 gr di farina
– 1 lt di latte
– 150 gr di pesto di basilico
– pasta all’uovo per lasagne
– parmigiano grattugiato
– mozzarella
– sale

PREPARAZIONE:

Per prima cosa è necessario preparare la besciamella. Sciogliere il burro sul fuoco dolce. Una volta che sarà diventato liquido incorporare, lontano dalla fiamma, la farina setacciata, avendo cura che non formi grumi. Mescolare bene, aggiungendo, a poco a poco, il latte. Rimettere il composto sul fuoco e lasciar cuocere finchè non raggiunge il giusto grado di consistenza.
Spegnere la fiamma e lasciar freddare, dopo di che incorporare il pesto di basilico, mescolando bene per amalgamare i due composti.
Preparare la lasagna come di consueto. Su di una teglia dai bordi alti stendere un sottile strato di besciamella e ricoprire con la pasta all”uovo. Stendere un nuovo strato di besciamella, cospargere di mozzarella a dadini e di una ricca manciata di parmigiano grattugiano. Stendere uno strato dopo l’altro fino ad esaurimento degli ingredienti.
Infornare a 180° per circa 20 minuti. Lasciarla a riposare 5 minuti prima di servire.


Stinchi di maiale al forno


DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
30 minuti
+ 1 notte di marinatura
+ 2 ore di cottura

INGREDIENTI:

– 1 stinco per ogni commensale
– rametti di rosmarino fresco
– foglie di salvia
– 1 spicchio di aglio
– 2 foglie di alloro
– qualche bacca di ginepro schiacciata
– olio extra vergine di oliva
– sale
– pepe

PREPARAZIONE:

Lavare ed asciugare lo stinco. Sfregarlo con sale, pepe, aglio, rosmarino, salvia e alloro. Sistemarlo in un contenitore con olio, ginepro, gli odori utilizzati e un po’ di vino bianco. Coprire il recipiente con carta stagnola e sistemare in frigo per qualche ora. Trascorso il tempo di marinatura sistemare lo stinco in padella con un po’ di olio, facendolo rosolare, senza però bucare la carne con la forchetta per non disperdere i liquidi. Una volta rosolato integliarlo, coprirlo con la marinatura, rivestire con carta stagnola (per la prima ora di cottura, per evitare che secchi subito) ed infornarlo a circa 200°. Dopo un’ora togliere la stagnola, girare lo stinco più volte per bagnarlo nei liquidi di cottura e completare la cottura. Servire con patate arrosto e salsa di mele verdi.


Branzino al cartoccio

PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
40 minuti

INGREDIENTI:

– 1 branzino fresco
– 1/2 limone non trattato
– 2 spicchi d’aglio
– 1 cucchiaio di rosmarino tritato
– 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
– sale
– pepe nero
– 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Accendere il forno a 200°. Pulire il branzino e lavarlo accuratamente. Fare un battuto con il rosmarino, il prezzemolo e l’aglio, condirlo con il sale e il pepe ed utilizzarlo per farcire l’interno del branzino e le branchie. Salare e pepare il branzino anche esternamente, coprirlo con fette di limone e disporlo su di una teglia da forno ricoperta di carta oleata. Irrorare di olio ed infornare per circa 25 minuti. Servire caldo.


Erbazzone emiliano (torta rustica con erbe)

erbazzone_emiliano

PER 6 PERSONE

DIFFICOLTA’:
media

TEMPI:
1 ora e 30 minuti

INGREDIENTI:

– 300 gr farina
– 1 kg bietole a foglie
– 150 gr pancetta in una sola fetta
– 3 uova
– 3 cucchiai grana grattuggiato
– 1 spicchio d’aglio
– 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
– 80 gr burro
– olio extra vergine di oliva
– sale
– pepe

PREPARAZIONE:

Lavare e lessare le bietole per qualche minuto. Scolarle, strizzarle e saltarle in padella con metà della pancetta tagliata a pezzetti, l’olio, l’aglio e i prezzemolo. Aggiustare di sale e pepe e spegnere la fiamma. Trasferire la verdura in una terrina, farla freddare ed amalgamarla con 2 uova e il grana. Intanto, su di una spianatoia, impastare la farina con un pizzico di sale, 60 gr di burro a pezzetti e 100 ml di acqua. Dividere il panetto ottenuto in due parti, uno di 2/3 ed uno di 1/3. Stendere il pezzo più grande e, con il disco ottenuto, foderare una tortiera già precedentemente imburrata. Versare il ripieno nella tortiera e ricoprire a modo di “crostata”, con striscioline di pasta. Spennellare con l’uovo sbattuto e cuocere in forno preriscaldato a 180° C per circa 40 minuti. Servire tiepido.


Zucca al forno

PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
40 minuti

INGREDIENTI:

– 1 piccola zucca
– 1 rametto di rosmarino
– 120 gr cipolline sbucciate
– 1 cucchiaio di zucchero
– 2 amaretti schiacciati
– 1,5 litro di vino bianco secco
– 90 gr burro
– 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
– sale
– pepe nero

PREPARAZIONE:

Accendere il forno a 200° e ricoprire con carta da forno una piastra. Tagliare la zucca a fette sottili e privarla dei semi. Disporre le fette sulla piastra, coprire con l’olio e cuocere per 18 minuti. Togliere dal forno e spargere il rosmarino. Infornare di nuovo per altri 2 minuti. Intanto, far sciogliere il burro a fuoco medio, unirvi le cipolle e lasciare appassire per qualche minuto. Bagnare con il vino ed unire lo zucchero, proseguendo la cottura per qualche minuto ancora. Disporre le fette di zucca su di un vassoio, coprire con le cipolle e condire con sale e pepe. Guarnire con gli amaretti e servire caldi.


Calamari ripieni di pane al pomodoro

PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
50 minuti

INGREDIENTI:

– 4 calamari di media grandezza
– 200 gr pane
– salsa al pomodoro
– 250 ml latte
– 2 cucchiai di prezzemolo tritato
– 1 spicchi di aglio tritato
– 20 gr parmigiano grattugiato
– 1 uovo
– olio extra vergine di oliva
– 125 ml vino bianco secco
– sale
– pepe nero

PREPARAZIONE:

Pulire e spellare i calamari. In una terrina sbriciolare il pane ed ammollarlo per circa un quarto d’ora con il latte. Trascorso questo tempo strizzarlo per eliminare il liquido in eccesso e mescolarlo all’aglio, ai tentacoli dei calamari spezzettati, al parmigiano, all’uovo e al prezzemolo. Amalgamare. Con il composto ottenuto farcire i calamari e chiuderli con uno stuzzicadenti. Disporli stretti in una pirofila, condirli con olio, sale e pepe ed infornare a 200° per una decina di minuti. Bagnare con il vino, infornare di nuovo. Quando si sarà un pò ritirato il liquido versare la salsa di pomodoro e completare la cottura.