Tag: pane

Il Buccellato di Lucca

buccellato toscano fetta

Scopri un pane dolce: come fare il Buccellato di Lucca

Il buccellato di Lucca è un pane dolce, un prodotto che può piacere a molte persone ma che per il suo gusto molto aromatizzato può non essere gradito a tutti. Ci sono due ingredienti principali nel pane toscano che sono l’anice e l’uvetta, due gusti particolari che si uniscono in una combinazione molto singolare. Il risultato è un pane molto leggero (dovuto a oltre 4 ore di lievitazione) che va ad unirsi alla freschezza dell’anice e al gusto dolce dell’uvetta.

Gli ingredienti

Per realizzare l’impasto

farina 0: 550 g
zucchero: 150 g
1 bustina di lievito secco per pizza
Acqua tiepida: 240 ml
Burro, a temperatura ambiente: 50 g
Uvetta: 50 g
Semi di anice: 20 g
Un pizzico di sale e olio extra vergine di oliva qb

Per spennellare

l’albume dell’uovo usato
2 cucchiai di acqua
2 cucchiai di zucchero

Preparazione del buccellato di Lucca

La preparazione del buccellato è molto semplice per certi versi, occorre innanzitutto mescolare farina e zucchero e, contemporaneamente, si mette a sciogliere il lievito in 120 ml d’acqua tiepida.

Preparare a questo punto due bicchieri: uno con l’albume e uno con il tuorlo dell’uovo. In un piccolo contenitore preparare il burro tagliandolo a cubetti di circa un centimetro.

Si mescola, quindi, l’acqua con il lievito e la farina e lo zucchero precedentemente preparati. Aggiungere gradualmente l’acqua residua (altri 120ml). Una volta che l’impasto appare omogeneo si aggiunge il tuorlo dell’uovo. Raggiunta l’omogeneità anche con il tuorlo dell’uovo aggiungere il burro a temperatura ambiente precedentemente spezzettato. Al termine della lavorazione con il burro aggiungere un pizzico di sale, l’uvetta e i semi di anice. Mescolare.

Una volta terminata quest’ultima fase di lavorazione occorre togliere il nostro impasto dal recipiente. L’impasto risulterà appiccicoso e molto molle, occorre quindi utilizzare l’olio per ungerci le mani e per oleare la spianatoia dove andremo a posizionare il nostro impasto. Lavorare il meno possibile per poter far diventare il nostro impasto una palla.

Posizionare a questo punto l’impasto in un contenitore oleato dove andrà lasciato in lievitazione per circa 3 ore, coperto di pellicola in un ambiente tiepido.

Il Bucellato di Lucca

La parte finale della preparazione del buccellato

Preparare a questo punto una teglia abbastanza grande da contenere l’impasto e disporre al centro di quest’ultima un bicchiere che dovrà resistere al calore del forno. Lavorare la nostra palla di impasto per darle una forma tubolare, disporla quindi intorno al bicchiere accertandoci che le estremità siano ben compatte tra loro, dovrà risultare una ciambella.
Lasciamo l’impasto in questa forma per circa un’ora per effettuare una seconda lievitazione.

In un pentolino scaldiamo acqua e zucchero per creare uno sciroppo. Facciamo freddare lo stesso e uniamolo all’albume che abbiamo lasciato in disparte. Schiumiamo il composto con una forchetta (come una frittata) e spennelliamolo sulla superfice del buccellato.

Accendiamo a questo punto il forno e posizioniamo la temperatura dello stesso a 180° in modalità statico e non appena a temperatura inseriamo l’impasto per metterlo in cottura.

La cottura durerà circa 45 minuti.
Il nostro buccellato sarà quindi pronto, una ricetta semplice ma che porta via non meno di 6 ore.

Gustatelo con amici e familiari in queste lunghe giornate!


Panzanella

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
10 minuti

INGREDIENTI:

– 8 fette di pane raffermo
– 4 pomodori rossi
– 1 cetriolo
– 1 cipolla rossa
– foglie di basilico
– olio extra vergine di oliva
– sale e pepe
– aceto

PREPARAZIONE:

Per prima cosa ammollare le fette di pane qualche secondo in acqua fredda, dopodichè strizzarlo per eliminare tutta l’acqua e sbriciolarlo in una terrina. Nello stesso contenitore riporre i pomodori, il cetriolo e la cipolla tagliati tutti molto sottili. Condire con abbondante olio, una spruzzata di aceto di vino, sale e pepe. Mescolare bene ed insaporire con il basilico sminuzzato a mano. Riporre in frigo a riposare qualche ora prima di essere servita.


Impasto per pizza

DIFFICOLTA’:
Facile

TEMPI:
15 minuti
+ tempi di levitazione

INGREDIENTI:

– 2 kg di farina
– 1 litro di acqua tiepida
– 20 gr di lievito di birra
– 40 gr di sale
– 10 gr di zucchero
– 100 gr di olio extra vergine di oliva

PREPARAZIONE:

Sistemare la farina a fontana su di una spianatoia. Nel centro praticare un buco ed unire tutti gli ingredienti. Amalgamare bene con il lievito di birra sciolto nell’acqua tiepida, avendo cura che l’olio si mescoli bene con la farina. Lavorare velocemente con le mani, battendo più volte l’impasto sul piano. Porre l’impasto in una ciotola, coprire con un canovaccio umido e lasciare a lievitare a temperature superiore a 20° per circa 3 ore.


Filetto di maiale in crosta di pane

filetto_di_maiale_in_crosta_di_pane

PER 4/6 PERSONE

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
1 ora e 30 minuti

INGREDIENTI:

– 1 filetto di maiale
– 1 sfilatino francese piccolo
– rete di maiale (quella bianca che avvolge, generalmente, i fegatelli)
– finocchietto selvatico (facoltativo)
– 4/5 fette di pancetta tesa tagliata sottile
– olio extra vergine di oliva
– sale
– pepe nero

PREPARAZIONE:

In un recipiente sistemare il filetto di maiale e condirlo con sale, pepe, olio e finocchietto selvatico. Chiudere con della pellicola trasparente e riporre in frigorifero ad insaporire per qualche ora.
Accendere il forno e lasciare che raggiunga la temperatura di 150°.
Intanto tagliare il francese a metà, svuotarlo di parte della mollica e bagnarne l’interno con dell’acqua. Prendere il filetto di maiale, rivestirlo di fette di pancetta e sistemarlo a modo di panino tra le due metà del francese. Con la rete di maiale rivestire completamente il pane ed infornare. Lasciar cuocere a fuoco lento per circa un’ora, controllando che il pane non bruci. Sfornare e servire caldo, magari accompagnato con della salsa di mele verdi.


Lievito naturale

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
20 minuti

INGREDIENTI:

– 200 gr farina 00 o manitoba
– 90/100 gr acqua
– 1 cucchiaio olio
– 1 cucchiaio miele

PREPARAZIONE:

Versare la farina in una terrina e praticarvi un buco nel quale si verserà l’olio e il miele. A filo e impastando continuamente versare l’acqua, lavorando a lungo affinchè gli ingredienti si mescolino bene tra loro. Una volta ottenuto il panetto sistemarlo in un contenitore unto di olio, coprirlo con un piatto e posizionarlo in un luogo tiepido ed asciutto, possibilmente vicino a della frutta matura. Lasciar riposare per 48 ore, finchè si formeranno tanti alveoli di fermentazione. A questo punto riamalgamare il tutto e dar forma ad una nuova palla di impasto che dovrà essere mantenuta in “vita” con dei rinfreschi ad intervalli di 2 o 3 giorni (possono diventare 4 o 5 giorni se la pasta viene mantenuta in frigorifero). Per rinfrescare la pasta basterà reimpastare 100 gr di farina con 45 gr di acqua. Prima di utilizzare il lievito naturale è bene rinfrescarlo almeno per due o tre volte.

Il lievito naturale può anche essere ottenuto con queste ulteriori tre tipologie di ingredienti:
– 200 gr farina, 90/100 gr acqua, 2 cucchiai passato di pomodoro;
– 200 gr farina, 90/100 gr acqua, 2 cucchiai succo d’uva;
– 200 gr farina, 90/100 gr acqua, 2 cucchiai yogurt.


Torta di pane spugnosa

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
2 ore

INGREDIENTI:

– 200 gr pane raffermo sciapo
– 100 gr amaretti secchi
– 750 ml latte
– 1 bustina vanillina
– 2 cucchiai liquore
– 100 gr mandorle tostate e spellate
– 100 gr cioccolato fondente
– 3 uova
– 100 gr zucchero
– 1 pizzico di cannella

PREPARAZIONE:

In un recipiente capiente sistemare il pane spezzettato e gli amaretti sbriciolati. Ricoprire con il latte bollente aromatizzato con la vanillina e lasciare in ammolo fin quando non si fredda. Se, per quel momento, il composto non è diventato omogeneo, tritarlo con un tritatore ad immersione. Ridurre le mandorle e il cioccolato a pezzetti e aggiungerli al composto di pane. In un recipiente a parte sbattere le uova con lo zucchero fino a raggiungere una composizione spumosa e aggiungere all’impasto. Aromatizzare con la cannella e cuocere in forno già caldo a 180° C per 1 e mezzo – 2 ore o, comunque, fino a quando non risulterà sufficientemente asciutta. Servire fredda.


Calamari ripieni di pane al pomodoro

PER 4 PERSONE

DIFFICOLTA’:
facile

TEMPI:
50 minuti

INGREDIENTI:

– 4 calamari di media grandezza
– 200 gr pane
– salsa al pomodoro
– 250 ml latte
– 2 cucchiai di prezzemolo tritato
– 1 spicchi di aglio tritato
– 20 gr parmigiano grattugiato
– 1 uovo
– olio extra vergine di oliva
– 125 ml vino bianco secco
– sale
– pepe nero

PREPARAZIONE:

Pulire e spellare i calamari. In una terrina sbriciolare il pane ed ammollarlo per circa un quarto d’ora con il latte. Trascorso questo tempo strizzarlo per eliminare il liquido in eccesso e mescolarlo all’aglio, ai tentacoli dei calamari spezzettati, al parmigiano, all’uovo e al prezzemolo. Amalgamare. Con il composto ottenuto farcire i calamari e chiuderli con uno stuzzicadenti. Disporli stretti in una pirofila, condirli con olio, sale e pepe ed infornare a 200° per una decina di minuti. Bagnare con il vino, infornare di nuovo. Quando si sarà un pò ritirato il liquido versare la salsa di pomodoro e completare la cottura.